ULTIME NOTIZIE

 

 

 

Pillole di saggezza progetto cartelloniPILLOLE DI SAGGEZZA TRA L’AFFOLLAMENTO MEDIATICO

 

Tempo fa, come genitori, ci siamo dati l’obiettivo di portare all’interno del liceo J. Da Ponte un contributo di colore e di vivacità: nasce da questo proposito l’idea di individuare alcuni manifesti da affiggere alle pareti, che ormai da tempo attendono una degna imbiancatura.

Sin dal primo momento tale idea ha subito una rielaborazione, aggiungendo alla voglia di portare colore l’intenzione di passare e rafforzare nei nostri ragazzi quei valori da sempre presenti nella società, ma che rischiano di essere soffocati dai messaggi mediatici che affollano la mente di tutti noi. Messaggi talmente abbondanti, da rendere difficile un serio filtraggio, alla ricerca di ciò che è vero a dispetto di ciò che si accetta come sola conseguenza di un fitto bombardamento di informazioni.

 

Ecco quindi la necessità di produrre dei cartelloni a misura delle nostre esigenze mediante una strategia ben precisa:

cartellone einsteinMessaggi visivi!   I nostri ragazzi sono abituati ogni giorno ad adoperare in modo efficace la memoria visiva, scrutano in pochi secondi intere pagine di Facebook alla ricerca delle poche informazioni che li interessano, e lo sanno fare in modo esemplare, frutto del continuo e interessato esercizio.

Allo stesso modo i cartelloni vogliono trasferire messaggi visivi, allettanti alla vista, che sappiano attirare l’attenzione per colore, per contenuto e per dimensione.

 

Frase di un personaggio famoso per rendere autorevole il messaggio, degno di lettura purché breve, non più lungo di un SMS, accettiamolo! Anche noi adulti nella lettura di una pagina su Internet, se non troviamo ciò che ci interessa tra le prime righe preferiamo voltare pagina e ripetere altrove la ricerca di nuovi contenuti. È la conseguenza della frenesia del nostro tempo: se vogliamo comunicare, dobbiamo adattarci alle regole della società, non possiamo sperare che succeda il contrario.

 

Una sola parola per ricordare! Una parola che sia in grado di far rimembrare da sola l’intera frase e il suo significato, il colore e l’immagine del personaggio che l’ha detta.

In sostanza una parola che funzioni come ancora nella memoria a cui sono collegati gli altri ingredienti del ricordo.

 

Dodici parole e dodici frasi non sono molte, ma sono sufficienti per esprimere molto se consideriamo che ognuna di queste racchiude da sola un’infinità di ragionamenti e di collegamenti.

Se saremo bravi nel saperle scegliere rimarranno per sempre come pietre miliari nella coscienza di chi, ogni giorno, per anni ci passerà davanti.

Un contribuito educativo diverso, indolore ma efficace, se pensiamo alla potenzialità di ciò che ogni frase può comunicare, e questo, grazie all’eredità lasciataci dai grandi saggi della storia, i giganti del conoscere, un valore inestimabile da trasferire ai giovani di oggi nella speranza che domani qualcuno possa dire come Isaac Newton “Se ho saputo veder più lontano degli altri è perché sono salito sulla spalle dei giganti”.

 

Il Comitato Genitori

Liceo J. Da Ponte

Contatti Comitato Genitori JdP

Login/iscrizione

statistiche

Visite agli articoli
478746

newsletter

Iscriviti al sito per ricevere la Newsletter ed accedere ad altri servizi