ULTIME NOTIZIE

 

 

 

 

Il liceo Jacopo Da Ponte in collaborazione con l’associazione Italiana Progeria Sammy Basso Onlus e il sostegno del comitato genitori organizza:

"La ricerca scientifica e la professione di ricercatore, come guardare al futuro”

Lunedi 10 marzo 2014 ore 18.30

presso l’aula magna del liceo ingresso libero, fino ad esaurimento posti

Saranno con noi la dott.ssa Giovanna Lattanzi e il dott. Stefano Squarzoni appartenenti al Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Genetica Molecolare e facenti parte del Network Italiano Laminopatie coordinato dalla dott.ssa Lattanzi

 

Pubblichiamo l'offerta destinata agli studenti da parte dell'istituto cassiere della scuola, si tratta di una carta bancomat ricaricabile gratuita.

vedi brochure 

Albero dei Giusti   

Per la celebrazione della "Giornata Europea dei Giusti"del 6 marzo 2014, si propone agli studenti, ai docenti e al personale ATA l'iniziativa di realizzare un grande albero dei Giusti da collocare nell'atrio dell liceo.
Tutti, pertanto, potranno partecipare, procurando in tempi brevi il materiale necessario: filo di ferroo di altro metallo (matassine o semplici fili, anche di recupero).
Per la raccolta, è stato posizionato in portineria un apposito scatolone con la dicitura " I fili della vita".
L'albero verrà assemblato in un'attività di laboratorio che si terrà durnte l'assemblea di istituto del prossimo 27 febbraio, sotto la direzione e la supervisione del prof. Manuel Ponso.

 Il comitato genitori informa che il contributo di 9 euro può essere versato anche tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate:

ASSOCIAZIONE COMITATO GENITORI Liceo Scientifico JACOPO DA PONTE

Causale: contributo 2014-2015

IBAN : IT25 U076 0111 8000 0002 3129 497

In questi giorni sono stati consegnati i bollettini per il contributo scolastico insieme a quello destinato al comitato genitori. Credo sia curiosità di tutti conoscere come vengano utilizzati questi fondi.

Partendo dal fondo destinato alla scuola purtroppo devo confermare  quanto si sente nei corridoi o si legge sui giornali ossia che i fondi statali a disposizione della scuola sono sempre meno.

Per darvi il quadro della situazione in modo estremamente semplice basta pensare che il bilancio della scuola è formato per il 75% dei contributi dei genitori, il restante 25% è composto principalmente da contributi da parte dello stato o degli enti locali per capitoli di spesa che generalmente  vanno dalla manutenzione dello stabile a specifici progetti. Nemmeno i fondi destinati ai recuperi sarebbero sufficienti per garantire ad ogni studente adeguati corsi di recupero da qui, l’invenzione o la necessità, di ricorrere alla settimana di pausa didattica per utilizzare le ore curricolari per assistere i ragazzi in difficoltà.

Con i soldi del contributo dei genitori si coprono le spese più svariate dall’acquisto della carta igienica all’acquisto delle lavagne LIM, dal toner per le fotocopie al registro elettronico ed ogni altra spesa necessaria fino a raggiungere come abbiamo detto il 75% del bilancio della scuola.  Purtroppo la domanda che mi pongo è: “che scuola avremmo senza il contributo”?

Analogo discorso lo dobbiamo fare per il contributo al comitato genitori, la piccola cifra di un euro al mese, con la quale si riesce a sostenere i ragazzi e la scuola in quelle spese che non trovano posto nel bilancio della scuola. Con quei soldi infatti si fanno molte cose come: il contributo per i viaggi di istruzione ai ragazzi le cui famiglie si trovano in momentanee difficoltà economica, il sostegno economico alla scuola in occasione di festeggiamenti o occasioni particolari come premiazioni o attività organizzate dai ragazzi , il comitato paga ad esempio le spese di vitto e alloggio, quando necessario, agli esperti che i ragazzi invitano nelle assemblee d’istituto oppure ancora, come nel caso della settimana di pausa didattica, fornisce alla scuola degli omaggi di ringraziamento per esperti e professionisti che hanno prestato gratuitamente il loro tempo e professionalità in attività rivolte ai nostri ragazzi (la lista potrebbe proseguire ma l’importante e capire il senso delle cose).

Ma il comitato progetta e gestisce anche attività in completa autonomia come: i corsi di metodo di studio per le classi prime e seconde, i corsi di comunicazione per le terze, quarte e quinte, il progetto cinema (abbiamo presentato di recente il cortometraggio realizzato dai ragazzi), il concorso “una scoperta un personaggio”, con il quale il comitato ha consegnato alla scuola lo scorso anno 3 lavagne LIM o ancora, il progetto cartelloni “pillole di saggezza” con il quale abbiamo addobbato i corridoi della scuola. Il comitato gestisce anche un’infinità di altre cose come il sito che state leggendo, le convenzioni con le scontistiche collegate al Badge scolastico, il servizio di biblioteca e molto, molto altro ancora.

Tutto questo con un euro al mese (9 euro l’anno).

Ricordo che il contributo al comitato può essere versato tramite bollettino postale oppure raccolto in classe tramite i rappresentanti di classe risparmiando le spese postali.

ET.

Nel 2013 è stata rinnovata l’Intesa tra Agenzia delle Entrate e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca, confermando l’impegno delle due istituzioni a promuovere azioni tese a sviluppare nei giovani la cultura della legalità fiscale. E’ in quest’ottica e grazie alla disponibilità del dirigente scolastico che lunedì 10 febbraio, due funzionari dell’Agenzia delle Entrate,

la dott.ssa Michela Ciuffreda e il dott. Marco Vianello, hanno intrattenuto i ragazzi su temi quali l’evasione, le frodi, i paradisi fiscali, la relazione tra etica e diritto,  con delle  slide che riportavano articoli di cronaca finanziaria e giudiziaria  e video di  spot pubblicitari utilizzati da vari Stati per la diffusione della cultura fiscale.  I ragazzi hanno partecipato attivamente, intervenendo e discutendo con i relatori, provando a confrontarsi su temi che, partendo dall’educazione alla convivenza civile, approdano ad una maggiore consapevolezza della “cultura contributiva”.

 

Anche quest’anno al Liceo Scientifico Statale “J. Da Ponte”, dal 10 al 14 febbraio, a conclusione del primo quadrimestre, si svolgerà “la settimana di sospensione dell’attività didattica”. In questa settimana, giunta alla sua quinta edizione, avranno luogo attività di recupero ed approfondimento .

L’ordinaria attività didattica verrà sospesa per il raggiungimento di un duplice obiettivo:

      Dare agli studenti che presentano insufficienze in una o più materie l’opportunità di acquisire le competenze necessarie per recuperare le proprie carenze;

      Valorizzare ed incrementare  la didattica per competenze anche per gli alunni che hanno concluso proficuamente il primo quadrimestre utilizzando forme diverse di apprendimento.

La riorganizzazione dell’orario scolastico durante la settimana prevede percorsi di approfondimento con esperti interni ed esterni, conferenze, visite guidate, letture espressive, uno spettacolo, attività artistiche di varia forma e sportive.

Il progetto mira a sviluppare negli studenti una maggiore consapevolezza dei traguardi che potranno raggiungere ma anche a creare un’occasione di crescita intellettuale e sociale.

 

Dopo questa prefazione che è anche il testo introduttivo del depliant illustrativo di codesta attività, ci tengo, come persona che ha avuto la fortuna di seguire più da vicino di altri le fasi preparatorie di questa settimana, a condividere con voi alcune informazioni e riflessioni.

 

Innanzitutto due parole vanno dedicate all’iniziativa che già da cinque anni caratterizza l’offerta formativa della nostra scuola e nella sua unicità riesce, nonostante i fondi ministeriali sempre più ridotti destinati ai recuperi, a soddisfare le esigenze di tutti i ragazzi del Liceo, già questo da solo è un elemento di pregio che ci rende diversi da qualsiasi altra scuola del territorio.

Come sappiamo infatti la scelta fatta dal collegio dei docenti di sospendere per una settimana la normale attività didattica ha lo scopo di permettere a coloro che hanno dei debiti da recuperare, di non doverlo fare al pomeriggio aggiungendo il recupero alle normali attività didattiche, ma di poterlo fare in modo alternativo aumentandone la concentrazione e l’efficacia. Nello stesso tempo la settimana di pausa diventa invece un’attività premiante e di approfondimento per coloro che non hanno debiti.

 

A me piace sempre ricordare che dietro ad ogni attività c’è qualcuno che si ingegna, e ci mette tempo e fatica per fare in modo che le cose possano funzionare. Riorganizzare infatti un’intera settimana di scuola  per far corrispondere le esigenze di recupero di ogni singolo ragazzo e contemporaneamente organizzare attività di approfondimento per tutti gli altri  (parliamo di circa 1000 alunni) è un lavoro incredibilmente complesso (vi assicuro che per capirlo bisogna vederlo da vicino).

 

L’elogio a chi si è impegnato non è tuttavia sufficiente a dimostrare la bontà di un’iniziativa e questo è il senso di ciò che sto per scrivere.

Quest’anno sono state fatte delle scelte per cui i gruppi delle attività di approfondimento sono mediamente di una trentina di ragazzi riducendo le attività plateali in aula magna e lavorando in gruppi più ridotti e questo per un maggior coinvolgimento dei ragazzi. Questa scelta ha reso necessario un grande sforzo per coordinare un grande numero di attività oltre alla necessità di trovare ed introdurre un maggior numero di argomenti da trattare.

Le attività sono in parte realizzate grazie alla disponibilità dei docenti della scuola e in parte grazie alla disponibilità di un gran numero di esperti esterni.

 

Gli argomenti trattati, come potrete vedere dalle schede allegate, sono varie ma è stata prestata particolare attenzione alle tematiche legate alla comunicazione, alla presa di coscienza e alla crescita personale, offerta che però è diversificata e costruita su misura per ogni fascia d’età.

 

Al fine di un’omogenea distribuzione delle attività, quest’anno i ragazzi hanno dovuto scegliere tra opzioni equamente distribuite tra le varie classi (sempre rispettando le fasce d’età) e questo, per fare in modo non vigesse la regola del “chi prima arriva meglio alloggia” ma, per costringere i ragazzi a dividersi tra attività più attraenti e meno attraenti, il fine è una distribuzione più democratica ma anche la convinzione che non è affatto detto che ciò che piace è ciò che ti fa crescere di più, anzi talvolta è proprio il contrario.

 

Per concludere un ultimo ringraziamento personale va anche ai genitori che in questo periodo si sono messi a disposizione come relatori oppure hanno coinvolto conoscenti ed amici riuscendo a portare a scuola professionisti, organi dello stato o personaggi del mondo universitario.

 

Grazie quindi a tutti coloro che in qualche modo hanno dato il loro contributo e, se siete riusciti a leggere fino a qui, un grazie anche a voi.  

Con queste righe scritte tra la frenesia che caratterizza le giornate di tutti noi, vi porgo i più cordiali saluti.  Enrico Tolio

allegati:

cl. prime_programma_approfondimenti.pdf

cl. seconde_programma_approndimenti.pdf

cl. terze_programmma_approfondimenti.pdf

cl. quarte_programma_approfondimenti.pdf

cl.quinte_programma_approfondimenti.pdf


Sono ancora aperte le iscrizioni per DUBLINO, ATTENZIONE ALLA VARIAZIONE DELLE DATE PER PROBLEMI LEGATI ALLA COMPAGNIA AEREA: dal 15 al 29 luglio, il costo del biglietto aereo potrebbe subire una lieve variazione.


Prenotazioni 

 

Codici di prenotazione 14/243 per Dublin :

15 luglio – 29 luglio 2014 prezzo 1220 €  + volo circa 260 € in questo caso non è possibile fissare il prezzo del volo

Assicurazione integrativa facoltativa in caso di rinuncia per motivi di salute 50€ franchigia 10% nella prenotazione selezionare voce “pacchetto prenota facile”

Indicare causale del versamento  nome cognome figlio - Donato - destinazione vacanza studio

scarica la presentazione vista durante riunione, a pag. 23 le istruzioni per l'iscrizione

 vai al sito per l'iscrizione

 

Ricordiamo che l’iniziativa non è organizzata dal Liceo ma è gestita direttamente da agenzie esterne grazie anche alla collaborazione personale di alcuni docenti del liceo che accompagneranno i ragazzi durante il soggiorno

 

 

Classifica provinciale dei giochi di Archimede dopo le fasi d'istituto, il Da ponte al primo posto per il biennio e primo, secondo e terzo posto per il triennio. Per i risultati completi vai al sito di Mathesis

Contatti Comitato Genitori JdP

Login/iscrizione

statistiche

Visite agli articoli
487956

newsletter

Iscriviti al sito per ricevere la Newsletter ed accedere ad altri servizi