ULTIME NOTIZIE

 

 

 

Claudio Ronco, l’uomo dei sogni.

 

Ronco, genio della nefrologia.

 

 

Pubblico delle grandi occasioni mercoledì 24 febbraio all’aula magna del Liceo Da Ponte di Bassano. Sì perché ospite della serata era un uomo di Vicenza dai mille aggettivi, tra cui intelligente, umile, brillante, versatile, ma soprattutto sognatore, così sognatore da contagiare chiunque. Stiamo parlando del prof. Claudio Ronco, direttore del Reparto di Nefrologia del San Bortolo, nel cui interno ha realizzato qualcosa di incredibile fondando l’International Renal Research Institute of Vicenza (IRRIV) di cui è Direttore Scientifico.

 

Ronco ha all’attivo numerose invenzioni per la cura delle malattie renali, ha pubblicato più di mille lavori scientifici e oltre ottanta libri su cui si sono formati gli studenti di tutto il mondo. Inoltre nel 2014 è stato nominato dalla "Johns Hopkins University" ricercatore numero uno al mondo nel settore delle malattie renali.

 Ma tornando all’uomo, durante la serata Ronco ha confermato d’esser una persona meravigliosa, raccontando se stesso attraverso il suo libro “Carpediem”, che poi è il nome dato alla macchina dei reni per bambini da lui inventata. Ha raccontato di come ha perseverato nel raggiungere gli obiettivi, della fortuna d’aver incontrato mentori e imparato a lavorare in squadra, esser stato ligio all’etica, farsi trovare pronto quando serviva, aver salvaguardato il proprio pensiero libero, d’aver indovinato nell’accettare la curiosità che lo spingeva a studiare materie come chimica, fisica e ingegneria. Aspetti questi che gli hanno formato il carattere, attraverso un lavoro anche duro, ma sempre stimolati dalla più banale delle motivazioni: se ce l’hanno fatta i grandi, perché non posso farcela anch’io?

 L’eclettico ricercatore è arrivato in aula magna accompagnato da un piccolo gruppo di giovani collaboratori dell’IRRIV che con la loro freschezza han veicolato competenza e prospettiva a largo respiro. Ognuno di questi ragazzi ha competenze e lauree diverse, al contempo ognuno è portatore di conoscenze che messe assieme e ben coordinate diventano utili per ideare prototipi.

 "Abbiamo chiamato il prof Ronco per il suo esser uomo prima che ricercatore – racconta Patrizia Bisol presidente del Comitato Genitori del Da Ponte – Come Unione Comitati Genitori delle scuole bassanesi siamo orgogliosi d’aver ospitato il numero uno dei reni. Ci ha entusiasmato la sua capacità di contagiare e stimolare il pubblico nell’inseguire i propri sogni, cosa di cui oggi abbiamo tutti bisogno”. 

Già, i sogni. Il prof Ronco realizzando il suo, ha creato dal nulla un luogo d’eccellenza dove convergono studenti provenienti da tutto il mondo, che quando vi entrano sognano a loro volta senza la gelosia della condivisione, senza il timore dell’insuccesso, l’importante è esser sempre preparati, perché come dice il professore, nella vita estote parati (siate pronti)!

Roberto Frison

 

Contatti Comitato Genitori JdP

Login/iscrizione

statistiche

Visite agli articoli
445825

newsletter

Iscriviti al sito per ricevere la Newsletter ed accedere ad altri servizi